Giovani, Patto Generazionale e Interculturalità: Gli Stati Generali ripartono da Catania.

Giovani, Patto Generazionale e Interculturalità saranno le tematiche al centro del prossimo Workshop organizzato da AIF Academy nell’ambito degli Stati Generali della Formazione, in programma il prossimo 27 Settembre a Catania.
Più di ogni altro evento che fin qui ha animato gli Stati Generali, questo Workshop risponde all’ esigenza, sempre più impellente, da parte delle aziende di trovare nuove soluzioni al bisogno di integrare differenti culture, linguaggi, stili di vita, modalità di interazione e di interfaccia.
All’interno di questo contesto prende sempre maggiormente forma l’idea di un Patto Generazionale che metta al centro il ruolo che gli anziani devono rivestire per facilitare l’orientamento dei giovani nei moderni contesti lavorativi affollati da generazioni di mezzo.
In un’ottica di active aging la valorizzazione, nel ruolo chiave di mentori, dei Giovani Anziani, così come ha definito quella fascia compresa fra i 65 e i 74 anni un team di sociologi, demografi e psicologi dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, riveste un ruolo centrale: la formazione delle nuove classi lavoratrici all’interno delle aziende deve sempre più affidarsi all’inestimabile patrimonio di conoscenza ed esperienza portato in dote da questa fascia di lavoratori.
La sfida per le aziende diventa quindi quella di progettare nuovi interventi per favorire l’active aging dei dipendenti senior in una evoluzione di contesto che parta dal presupposto che non si debba fare per tutta la vita lo stesso lavoro, in costante ricerca di una valorizzazione reale della professionalità specifica.

Accanto a questo, occorre inoltre una seria politica di inclusione delle minoranze che faccia leva sul trasferimento delle esperienze lavorative, ma anche di vita, in un processo di interazione che miri a valorizzare le potenzialità dei Millennials attraverso l’innovazione della tradizione e l’esaltazione dell’interculturalità, tematica poco affascinante negli ultimi tempi, ma che invece può diventare antidoto al razzismo e alla chiusura, per trasformare ciò che superficialmente viene percepito come paura e minaccia in scoperta e arricchimento generato dal confronto con l’altro.
L’accrescimento personale diventa valore aggiunto in un percorso di formazione; il tutoraggio, l’aiuto all’inserimento, il trasferimento del sapere consolidato, sia in ambito organizzativo sia sociale, sono dunque nuove frontiere di apprendimento da esplorare.

Ad animare il Workshop ci sarà il professor Alessandro Rosina, Ordinario di Demografia e Statistica sociale nella Facoltà di Economia dell’Università Cattolica di Milano, editorialista di Repubblica e Scrittore.

Per maggiori informazioni e iscrizioni clicca qui
2019-09-09T09:22:34+02:00

Iscriviti

Carrello