Tu Chiamale se vuoi Evasioni – Il recupero del tempo e della dignità nel lavoro

Descrizione:

L’evasione è il desiderio di fuggire da un luogo in cui si è rinchiusi o sorvegliati. È una rottura della monotonia quotidiana divenuta intollerabile. È il bisogno psicologico di narrare una realtà diversa, ma possibile, caratterizzata da maggiore gratificazione. È la speranza che, almeno una volta nella vita, ciascuno di noi ha coltivato di poter cambiare il ripetersi della quotidianità della nostra vita sociale e lavorativa.

Questa possibilità spesso ce la neghiamo non per mancanza di tempo ma, come disse Seneca, perché una parte di tempo scorre via, «quaedam effluunt». La cosa più terribile è che i colpevoli siamo noi in prima persona, quando perdiamo tempo inutilmente, senza saper discernere ciò che veramente ci farebbe bene e sarebbe adatto a noi stessi.

Evadere quindi significa riqualificare il proprio tempo togliendolo a quella parte di lavoro frenetico, ripetitivo e frustrante per dare voce ai propri sogni, al proprio talento e alla possibilità di costruire un’organizzazione capace di generare benessere personale e diffuso.

Obiettivi:

  • Recuperare le attività che facilitano l’identificazione del valore del lavoro degli antichi mestieri;
  • Sperimentare come la cultura dei luoghi e il genius loci rendono un prodotto una opera d’arte singolare;
  • Avviare la riflessione sul significato del lavoro nella società contemporanea, alla luce della crisi e della trasformazione indotta dall’innovazione tecnologica;
  • Utilizzare la formazione come spazio di progettualità e di espressività personale per la costruzione di un possibile lavoro gratificante;
  • Rivalutare il concetto di competenza come costruzione di un profilo che esuli dalla padronanza di tecniche e procedure per sfociare nella magia della generazione di benessere.

Destinatari:

Chiamale se vuoi evasioni offre, a responsabili della formazione delle imprese e formatori senior, l’opportunità per riflettere su quanto nel presente contino le capacità comportamentali delle persone, le strutture organizzative, con le loro procedure e processi e lo stato mentale delle persone (mind set) finalizzato al raggiungimento di obiettivi predefiniti nell’ambito di una dimensione di senso

 

Articolazione:

Il workshop si articola in quattro momenti topici:

  • Plenaria iniziale: team building e definizione degli obiettivi da raggiungere, anche con l’ausilio di filmati sulla storia di Gaeta, del carcere e dei lavori caratteristici e di interviste a imprenditori e lavoratori locali per facilitare il racconto del significato dei mestieri;
  • Lavori in piccoli gruppi a tema: si focalizzerà l’attenzione sulle tematiche proprie dell’accoglienza, della produzione e del prodotto. Ciascun partecipante pur aderendo a uno specifico gruppo potrà anche confrontarsi con i partecipanti degli altri gruppi in un’ottica di ricostruzione dell’integrità e del senso del lavoro;
  • Confronto: lavori inter-gruppo per facilitare la scoperta delle interfacce tra differenti ruoli per massimizzare la possibilità di negoziazione e di sviluppo di situazioni in grado di integrare vita e lavoro;
  • Creativo: caratterizzato da lavoro laboratoriale dove i partecipanti, con il supporto dello staff, attraverso momenti di riflessione e confronto provano a ricostruire lavoro svolto nelle proprie organizzazioni per ipotizzare una formula rinnovata, in grado di rendere sinergici i propri comportamenti personali con quelli dei colleghi nel rispetto de gli aspetti strutturali dell’organizzazione e con le trasformazioni indotte dall’evoluzione tecnologica e dalla globalizzazione

 

Organizzazione del workshop

Due giorni di confronto sulle sfide che le organizzazioni devono affrontare per non perdere il valore della creatività e della soddisfazione delle persone in un contesto in cui si sviluppano repentinamente nuove forme di interazione tra uomo e macchina

 

Letture consigliate

Domenico De Masi, Antonello Calvaruso a cura di, ForVision2026, 2017

2018-10-05T07:44:21+02:00

Iscriviti

Carrello