Non fare della tua vita un lungo paragrafo senza punteggiatura!

Premi pausa.

Ti precipiti da un compito all’altro, ripetendo che non avrai il tempo per terminare? È molto facile essere catturati in una spirale di lavoro in cui fare di più non significa produrre di più e, paradossalmente, diventare incapaci di avvertire i segnali che indicano che sei diretto verso il burnout. C’è, tuttavia, un modo rapido ed economico per alleviare la pressione. Fai un respiro profondo e premi il pulsante pausa

Non fare della tua vita un lungo paragrafo senza punteggiatura

Oggi, per la maggior parte di noi, la vita è come un lungo paragrafo senza segni di punteggiatura. I nostri livelli di stress quotidiano e le nostre turbolenze esauriscono le nostre risorse interiori e alterano il nostro amore per la vita, minano il nostro equilibrio. L’esaurimento ci sta aspettando! Anche le vacanze non ci permettono di rilassarci davvero. In queste condizioni, è facile provare rabbia o frustrazione per cose di scarsa importanza. Una sensazione di ansia o depressione inizia a permeare i nostri giorni. Tutto questo ci dà l’impressione di essere bloccati, senza sapere come uscire da questo schema.

Girare vuoto per troppo tempo non è banale: influenza le nostre relazioni con gli altri, il nostro lavoro e il nostro generale senso della vita. Perdiamo la nostra vitalità, ci arrabbiamo per niente, ci nutriamo male, ci manca l’ispirazione fino ad avere poche ragioni per alzarci dal letto al mattino. Se dimentichiamo per troppo tempo di smettere di riprendere fiato, potrebbe capitarci di non riuscire più ad attribuire un senso alle situazioni che caratterizzano la nostra esistenza.

Premere pausa significa mettere un punto alla fine di una frase e attaccare più serenamente la fase successiva della nostra esistenza. Questo spazio di respiro ci offre l’opportunità di riflettere e anche di accogliere il cambiamento. C’è sempre un momento in cui occorre fermarsi e vedere cosa emerge da questa situazione. Senza la punteggiatura minima le parole si fonderebbero, non ci sarebbe posto per riprendere fiato. Non si avrebbe mai la possibilità di fermarsi per ripensare al testo letto. Sarebbe impossibile seguire lo svolgimento della storia. La maggior parte delle persone vive in questo modo gran parte della propria vita.

Le micro-pause sono un modo semplice per recuperare l’equilibrio. Considerale come parte integrante dei tuoi rituali quotidiani. Queste sono pratiche che a lungo termine potrebbero evolvere nel tempo insieme a te. Ad ogni pausa riesamina i tuoi sentimenti. L’obiettivo non è raggiungere la perfezione ma essere coscienti e vigili mettendoti di fronte a te, in una posizione di osservazione.

Meno di due minuti

Ecco dieci idee di micro-pause, di diversa durata, che possono aiutarti a scandire le tue giornate e riequilibrare la tua esistenza

Micro-pausa n ° 1: per fare un passo indietro, guarda l’orizzonte

Quando ti senti sopraffatto e stressato rivolgi la tua attenzione a questo sentimento interiore che soffoca la tua creatività. Avvicinati a una finestra e sposta la tua attenzione verso l’esterno. Respira e lascia che ti arrivino nuove prospettive. Lascia che i tuoi occhi si rilassino e si ammorbidiscano facendoli espandere lentamente. Resta in questa posizione per alcuni minuti; se temi il giudizio degli altri, puoi fingere di essere una persona intelligente e creativa, persa nei suoi pensieri, che sta concependo un’idea magistrale.

Micro-pausa n. 2: per ridurre lo stress, bevi più acqua

Alcune volte quella morsa dovuta alla tensione nervosa che afferra il tuo cranio potrebbe non essere conseguenza dello stress, ma della disidratazione: le cellule del tuo cervello si restringono per mancanza di liquidi!

Tieni una bottiglia d’acqua a portata di mano e bevi più di quanto pensi di averne bisogno. All’inizio, potresti andare più spesso al bagno, ma questo sarebbe un altro segno che il tuo corpo è disidratato. Bevi e il tuo corpo riacquisterà il suo equilibrio.

 

Micro-pausa n ° 3: per calmarti, respira l’olio essenziale di lavanda

La lavanda è uno degli oli essenziali più versatili da conservare nel kit antistress della tua farmacia personale. Metti qualche goccia tra le mani, strofinale l’una contro l’altra e inspira profondamente: sentirai una calma immediata. Aggiungi al tuo bagno alcune gocce di lavanda diluite in un olio neutro o spruzzane un po’ sul tuo cuscino per aiutarti a dormire bene la notte.

 

Micro-pausa n ° 4: per ritrovare l’equilibrio, respira profondamente tre volte

Quando ti senti ansioso, la gabbia toracica si contrae e il tuo respiro diventa superficiale. La conseguente mancanza di ossigeno può aumentare ancora di più l’ansia. In questi momenti può essere utile fare un respiro profondo, seguito da un altro ancora più profondo. Respirare ti permetterà di ricollegarti al tuo corpo, ridurre l’ansia e tornare al momento presente. Chiudi gli occhi o scegli un punto su cui concentrare il tuo sguardo. Respira profondamente, inspira attraverso il naso e lascia che il tuo respiro scenda all’addome. Espira delicatamente attraverso la bocca. Ripetilo almeno tre volte di seguito.

 

Micro-pausa n ° 5: per provare gioia, raccogli i momenti preziosi

Scegli una scatola o un barattolo, non importa se sia semplice o decorato, basta che sia giusto per te. Per tutto l’anno, ogni volta che succede qualcosa che ti procuri benessere, tutto ciò che ti rende un momento memorabile, aggiungi una piccola annotazione. Qualcosa che ti fa sorridere o che ti scalda il cuore. Alla fine di dodici mesi, avrai un meraviglioso dono da aprire e ricorderai tutti i momenti preziosi che hanno scandito l’anno.

 

Micro-pausa n° 6: per vedere la vita in modo positivo, tieni il diario del benessere

Come la meditazione, il benessere è soprattutto una questione di pratica. Alcuni giorni proverai sollievo per un nulla; altre volte la tua vita sembrerà un arido deserto. Non importa. Se guardi da vicino la realtà, non esitando a scoprire il suo volto nascosto, troverai cose da apprezzare. Il benessere è sempre a tua disposizione, anche semplicemente per essere grato per quel respiro che stai prendendo in questo momento … e nel prossimo, e per tutti gli altri.

Tieni un diario in cui annoterai tre cose ogni giorno – dalla più semplice alla più sublime – per cui provi gratitudine: persone o esperienze che arricchiscono la tua esistenza, o anche cose belle che trovi in casa tua o di altri.

 

Micro-pausa n ° 7: per iniziare la giornata con il piede giusto, prepara il terreno la sera prima

Attacca la giornata in modo più rilassato prendendo 10 minuti il giorno prima per preparare ciò che ti serve il giorno successivo: preparare il caffè, la colazione o i vestiti, caricare il telefono e conservare le chiavi dove ti sarà più facile ritrovarle al mattino!

 

Micro-pausa n° 8: per sviluppare la tua concentrazione, pratica la meditazione in piedi per alcuni minuti ogni giorno

Scegli un posto dove puoi stare tranquillo per cinque minuti. Stai con le gambe divaricate rispetto alla larghezza del bacino.

Radica entrambe le gambe sul pavimento portando due terzi del tuo peso sulla pianta dei piedi. Inclina l’osso sacro verso il basso, mantenendo la colonna vertebrale dritta e lasciando che le tue braccia pendano giù per il tuo corpo. Respira profondamente, lascia che il tuo respiro scenda nell’addome e ti rilassi completamente. Se esegui questo esercizio correttamente, non sentirai alcuna tensione nel corpo. Resta in piedi per cinque minuti, mentre il tuo corpo si rafforza e la tua mente si calma, sarai in grado di trattenerti in questa posizione per un tempo più lungo.

Espandi la tua pratica passo dopo passo, aumentandola di cinque minuti ogni volta.

 

Micro-pausa n ° 9: per avere più tempo da dedicarti, pianifica il tuo tempo libero

Blocca il “tempo libero” nella tua agenda, in uno spazio libero dove non hai pianificato nulla. Nei fine settimana, quando non hai obblighi sociali, o anche durante la settimana, per esempio prima di iniziare la giornata, tra due incontri, a pranzo o il venerdì pomeriggio.

Organizzare il tempo libero tra due riunioni è particolarmente vantaggioso. Il nostro cervello e il nostro corpo non sono progettati per memorizzare troppe informazioni in un solo giorno. Quando pianifichi il tuo tempo libero, sta a te vedere come usarlo: sviluppare la tua creatività, organizzare la prossima settimana o preparare un incontro importante. La cosa principale è che sia un momento tuo.

 

Micro-pausa n ° 10: per recuperare il tuo QI o la tua energia, il primo passo è premere pausa e rallentare il ritmo

Il modo più semplice per trovare il tuo qi è stare seduto in silenzio per cinque minuti e seguire il ritmo del tuo respiro.

Allena la tua mente a restare concentrata sulla respirazione è importante perché, ogni volta che la tua mente inizia a vagare, il tuo QI si allontana dalla fonte interna a cui si rivolge.

In altri termini, la tua energia vitale segue la direzione che prende la tua mente. Più alleni la tua mente a essere immobile, più permetti a te stesso di essere calmo, più permetti al QI di fluire nel corpo.

L’obiettivo dell’esercizio è eseguire dieci cicli completi di respirazione mantenendo la concentrazione sul respiro.

Inizia con un primo ciclo di respiri.

A seconda delle circostanze, puoi stare in piedi o sederti e tenere gli occhi aperti o chiusi.

  • estendi la colonna vertebrale e lascia che la testa poggi delicatamente sulle spalle, con il mento leggermente sollevato. Allentare le spalle e l’addome per creare una sensazione di rilassamento.
  • respira lentamente attraverso il naso. Partendo dalla parte anteriore e superiore del cranio, segui il percorso del tuo respiro lungo tutta la colonna vertebrale.
  • lascia che il tuo respiro riempia l’addome e scruti la gabbia toracica prima di espirare delicatamente attraverso la bocca come se volessi soffiare su una candela.
  • scuoti delicatamente il tuo corpo e osserva i tuoi sentimenti. Ripeti l’esercizio dieci volte.
  • questo esercizio può essere praticato ogni giorno. L’obiettivo è quello di tornare sul tuo respiro ogni qual volta che la tua mente inizia a vagare.
  • una volta che ci si abitua a effettuare dieci cicli di respirazione e concentrarsi sul proprio respiro senza lasciare andare la mente in altre direzioni, sarà possibile aumentare la pratica effettuando ulteriori cinque cicli di respirazione.

Join Over 500,000 ore di bella formazione Enjoying Avada Education Now

Benvenuti in AIF Academy, il luogo del bellapprendere.

2019-05-03T18:53:31+01:00

Iscriviti

Carrello